T- Técnica C2C (corner to corner)

Immagine: foto-1


Se c’è una cosa che piace fare a tutti quelli che lavorano a maglia quando arriva il caldo, è quella di lavorare all’uncinetto con i gomitoli di cotone e giocare con i colori e le tonalità per creare capi che mettano il buon umore.

Oggi vogliamo mostrarti come lavorare la tecnica C2C (Corner to corner), con cui potrai divertirti a creare bellissime e divertentissime combinazioni di colore. Questa tecnica consiste nel fare quadratini che vengono lavorati in diagonale rispetto al tessuto, partendo da un angolo e terminando nell’angolo opposto. Per mostrarti questa tecnica, ti faremo vedere come realizzare questa bellissima tovaglietta che siamo sicuri darà un tocco davvero unico al tuo tavolo.

Immagine: foto-2


Per questo tutorial abbiamo utilizzato i nostri gomitoli di cotone Pima in quattro tonalità diverse: naturale, canyon rose, giallo chiaro e acquamarina. Nello schema della tovaglietta (alla fine del post) potrai vedere che i colori vengono indicati con lettere (A, B, C e D). Ecco le corrispondenze:

Se decidi di utilizzare altri colori, ti consigliamo di annotarti a quali lettere corrispondono nel grafico, in modo che ti sia più facile ricordarti a quale lettera è stato assegnato ciascun colore. Così, se hai un dubbio, puoi controllare subito.

Immagine: foto-3


Abbiamo usato anche uno dei nostri uncinetti da 5 mm e l’ago da lana per le rifiniture.

Immagine: foto-4


Prima di iniziare, ti consigliamo di dividere il colore B in due gomitoli, poiché ci saranno alcuni momenti durante la lavorazione in cui dovrai usarli entrambi contemporaneamente. Per fare in modo che i due gomitoli abbiano all’incirca lo stesso peso, puoi aiutarti con una bilancia da cucina: pesa il gomitolo intero poi comincia ad aggomitolare quello che diventerà il secondo gomitolo. Quando avranno lo stesso peso (o un peso simile), non ti resterà che dividere i due gomitoli.

Quali tecniche devi conoscere prima di iniziare?

Come sempre, prima di iniziare, abbiamo preparato un elenco di tecniche che dovrai conoscere:

Eccoti alcuni consigli che ti aiuteranno durante la lavorazione

Il pattern di questa tovaglietta è basato sulla tecnica C2C, dall’inglese “Corner to Corner”, che letteralmente significa “Da angolo a angolo”. Inizieremo lavorando l’angolo inferiore destro e finiremo nell’angolo superiore sinistro. Con questa tecnica, ogni giro coincide ad una diagonale della tovaglietta, e ognuna di queste diagonali sarà formata da quadratini che lavoreremo e uniremo l’uno con l’altro.

I quadratini sono di due tipi diversi, e te li spiegheremo più avanti, all’inzio dei giri:

– Il quadrato iniziale

–  Il quadrato centrale

Il lavoro è diviso in tre parti:

  • La parte degli aumenti, fino al raggiungimento dell’altezza desiderata. Ad ogni giro si aumenta di un quadrato.
  •  
  • La parte centrale del progetto, durante la quale si lavora fino ad arrivare alla larghezza desiderata e nella quale tutti i giri avranno lo stesso numero di quadratini.
  •  
  • La parte finale, nella quale andremo a diminuire un quadratino in ogni giro per arrivare a chiudere il progetto.
  •  

Per quanto riguarda lo schema, ricorda che i giri dispari si leggono da destra a sinistra, e i giri pari da sinistra a destra. Per rendertela più semplice: dove vedi indicato il numero del giro è dove devi iniziare a lavorare.

Ora possiamo cominciare!

  1. Parte degli aumenti: inizio della tovaglietta, cambi di colore e aumenti fino a raggiungere l’altezza del progetto.
Immagine: foto-5


(NOTA: lo schema della tovaglietta è alla fine del post).

Giro 1: questo giro è formato dal quadrato iniziale. Sarà il primo quadratino dell’angolo inferiore destro, e ripeterai questo quadratino per tutto il pattern. Per farti vedere come viene realizzato, ti abbiamo preparato un piccolo video:

Come hai potuto vedere, il quadrato iniziale è formato da 6 catenelle. Una volta fatte quelle, devi lavorare 3 punti alti: il primo nella quarta catenella a partire dall’uncinetto, il secondo nella quinta e infine il terzo nella sesta.

Immagine: foto-6


Giro 2: gira il lavoro e fai un quadratino di inizio. Questo passaggio non ti è chiaro? Eccoti un video che ti spiega come fare. Vedrai quanto è facile:

Una volta completato questo passaggio, andiamo a lavorare un quadrato centrale (sempre nel giro 2). Premi play per vedere come fare:

Prima di lavorare il quadrato centrale, come hai visto nel video, dovrai unire l’ultimo quadrato lavorato con il giro precedente. In questo caso si tratta del quadrato iniziale, e per unirlo dovrai girarlo a sinistra e fare 1 punto bassissimo nel buco tra le tre catenelle e la seconda maglia del quadrato del giro precedente. Poi puoi iniziare a lavorare il quadrato centrale. Per farlo, fai 3 catenelle di avvio e lavora 3 punti alti all’interno dello stesso buco, quindi tra le prime due maglie del quadrato a cui l’hai unito.

Immagine: foto-7


Alla fine del giro avrai 2 quadrati in totale.

Immagine: foto-8


Giro 3: gira di nuovo il lavoro e fai il quadrto iniziale. In seguito, lavora il numero di quadrati centrali necessari ad arrivare alla fine della diagonale. Ricorda che dopo aver lavorato ogni quadrato centrale, dovrai unirlo al giro precedente con un punto bassissimo prima di poter iniziare il quadrato successivo. Alla fine del giro avrai 3 quadratini in totale.

Immagine: foto-9


Ripeti il giro 3 fino ad arrivare al giro 5. Ad ogni giro avrai un quadratino in più. Quando ti troverai a lavorare l’ultimo quadrato del giro 5, fai solo 2 punti alti invece che 3. Fermati lì e vediamo insieme come cambiare colore.

Il cambio di colore che faremo ora serve per poter lavorare il quadrato iniziale con un colore diverso rispetto a quello usato per lavorare il giro precedente.

Per cambiare colore e lavorare il nuovo quadratino di inizio, devi solo chiudere l’ultima maglia del giro con il colore che andrai ad utilizzare.

Immagine: foto-10


Giro 5: gira il lavoro e fai un quadratino iniziale. Come puoi vedere dall’immagine sopra, questo sarà il quadratino iniziale con il nuovo colore. Ora continuiamo il giro seguendo lo schema e dovremo cambiare di nuovo colore, questa volta per realizzare un quadratino centrale. Andiamo a vedere.

In caso il nostro quadratino successivo sia un centrale e vogliamo cambiare colore, dovrai lavorare il punto bassissimo usando il nuovo colore.

Immagine: foto-11


Il risultato sarà come quello nell’immagine superiore: il quadrato iniziale di un colore e quello centrale di un altro.

Continua il giro fino ad arrivare alla fine, realizzando tanti quadrati quanti sono necessari.

Ora che sai lavorare anche i cambi di colore, continua a lavorare come nel giro 3 fino ad arrivare al giro 17, sempre seguendo i cambiamenti di colore indicati nello schema. Come hai già visto, ad ogni giro aumentiamo un quadratino. Nel giro 17 avrai 17 quadratini.

Mano a mano che vai avanti con il lavoro, troverai giri in cui aggiungiamo un nuovo colore alla nostra tovaglietta e giri in cui abbiamo finito (per ora) di usare un colore e dobbiamo tagliare il filo. Qui di seguito troverai i cambi da realizzare:

Immagine: foto-13


Giro 11: durante questo giro, alla fine, inseriremo l’ultimo quadrato con il colore D (acquamarina).

Immagine: foto-14


Giro 13: alla fine di questo giro, invece, inseriremo l’ultimo quadrato del colore B (canyon rose)  per il quale utilizzeremo il secondo gomitolo di quel colore.

Immagine: foto-15


Giro 15: alla fine di questo giro, taglia il filo del colore D (acquamarina nel nostro caso).

Immagine: foto-16


Giro 17: alla fine di questo giro, taglia il filo del colore C (giallo chiaro nel nostro caso)

Immagine: foto-17


Terminata questa prima parte, la tua tovaglietta avrà raggiunto l’altezza necessaria e sarà come quella che vedi nell’immagine qui sopra. Bella, vero?

2. Parte centrale: larghezza della tovaglietta, bordi inferiori e superiori.

In questa seconda parte andremo a formare la parte centrale della tovaglietta. Non aumenteremo più il bordo superiore ma svilupperemo la largezza del capo. Di seguito ti spieghiamo come fare.

Giro 18: gira il lavoro e fai un quadratino iniziale. Continua lavorando 16 quadratini centrali rispettando i cambi di colore indicati nel grafico. Ora lavoriamo la parte finale del giro.

Immagine: foto-18


Alla fine di questo giro, ma prima di lavorare l’ultimo quadratino, il tuo capo sarà come quello nella foto sopra. Ora, per vedere bene come andare avanti, premi play 🙂

Non devi fare altro che lavorare un punto bassissimo nel buco tra le tre catenelle e la seconda maglia del quadratino del giro precedente.

Immagine: foto-19


Alla fine di questo giro, avrai iniziato a formare il bordo superiore diritto e quindi non dovrai più lavorare aumenti in questo lato.

Giro 19: gira il lavoro. Ora dovremo continuare a lavorare il bordo diritto, perciò dobbiamo fare tre punti bassissimi e continueremo a lavorare i quadrati centrali. Ti abbiamo preparato un piccolo video su come girare il lavoro e fare la prima parte di ciò che ti abbiamo descritto:

Immagine: foto-20


Una volta completato questo passaggio, il tuo lavoro sarà come quello dell’immagine qui sopra. Ora continua a lavorare i quadratini centrali (17 in totale) cambiando colore secondo le indicazioni del grafico.

Immagine: foto-21


Continua a lavorare dal giro 20 al giro 26 seguendo il grafico, ripetendo la parte finale del giro 18 e l’inizio del giro 19 in modo che si formi un bordo diritto e senza aumenti.

Immagine: foto-22


Giro 26: alla fine di questo giro, ricordati di tagliare il filo del colore C (giallo chiaro).

Immagine: foto-23


Ora termina questa parte lavorando il giro 27.

Durante questa seconda parte avrai sviluppato la lunghezza necessaria per il tuo progetto, nella parte inferiore dello stesso. Ora passiamo alla parte finale, per terminare la tovaglietta.

3. Parte finale: diminuzioni per chiudere il progetto

In questa sezione andremo a chiudere la tovaglietta diminuendo 1 quadratino per giro e formando i bordi diritti del lato sinistro e della parte superiore. Per farlo, andremo a lavorare dal giro 28 al giro 43. Di seguito ti spieghiamo come fare.

Giro 28: il lato sinistro della tovaglietta si formerà all’inizio del giro. Andiamo a vedere come fare:

Come hai visto è molto facile e basta quello per formare l’angolo della tovaglietta. Ora ripassiamo i passaggi più importanti:

Immagine: foto-24


Alla fine del giro 27, la nostra tovaglietta è come nell’immagine qui sopra.  

Immagine: foto-25


Giriamo il lavoro e iniziamo il giro 28. Non faremo un quadrato iniziale, perché faremmo un aumento, mentre in questa parte del lavoro dobbiamo fare delle diminuzioni.

Al suo posto, faremo tre punti bassissimi e un quadrato centrale. Ora possiamo continuare con il resto del giro, sempre rispettando i cambi di colore inidicati nello schema.

Immagine: foto-26


Non dimenticarti di tagliare il filo del colore D (acquamarina) una volta concluso il giro.

Immagine: foto-27


Una volta terminato il giro 29, potrai vederre più chiaramente come andrà piano piano a formarsi il lato.

Immagine: foto-28


Continua a lavorare dal giro 29 al giro 42, sempre seguendo il grafico e rispettando i cambi di colore indicati.

Immagine: foto-29


Giro 43: sei arrivato all’angolo della tovaglietta! Ora andiamo a lavorare l’ultimo quadratino, e per evitare che tu abbia qualche dubbio su come fare, ti abbiamo preparato un video:

Come puoi vedere, devi solo fare un quadratino centrale in più e il gioco è fatto. Abbiamo quasi finito.

4. Ritocchi finali

Immagine: foto-30


Sul rivescio della tua tovaglietta, avrai sicuramente un groviglio di fili e ti starai giusto chiedendo come farai a farli sparire, vero?

Immagine: foto-31


Con l’aiuto di un ago da lana inserisci i fili all’interno del lavoro, come vedi nella foto. Ti consigliamo di inserire sempre l’ago nei quadratini dello stesso colore del tuo filo, affinché questi siano sempre ben nascosti. Non è necessario inserire tutto il filato all’interno del lavoro. Un pezzettino sarà sufficiente per far sì che non si sfili. Non ci vorrà molto, vedrai.

Immagine: foto-32


Ed ecco fatto! È stato divertente seguire il grafico, i cambi di colore e fare tutti quei quadratini, vero? Speriamo che condividerai le tue nuove tovagliette sui social network utilizzando l’hashtag #weareknitters. Crea combinazioni di colori difficili e usa il tuo tocco personale 🙂

______

Schema della tovaglietta

Immagine: foto-33